Acquisizioni di Fondazione Fiera, premi e miarteducational

Dal Fondo Giampiero Cantoni 100mila euro per acquistare opere d’arte moderna e contemporanea di miart 2018 per la collezione allestita nella Palazzina degli Orafi. Visite guidate gratuite per scoprire i lavori esposti negli stand

Premi, acquisizioni, iniziative culturali e i miartalks accompagnano miart 2018, la rassegna dedicata all’arte moderna e contemporanea che si tiene a Fieramilanocity dal 13 al 15 aprile. Confermati tutti i sette i premi che hanno caratterizzato la scorsa edizione della fiera dell’arte moderna e contemporanea, arricchita da una nuova rosa di giurie internazionali invitate ad assegnare i numerosi riconoscimenti.

Direttori e curatori di musei di alto profilo internazionale avranno il compito di individuare le opere e gli artisti vincitori del Fondo di Acquisizione Giampiero Cantoni di Fondazione Fiera Milano che anche quest’anno mette a disposizione 100.000 euro per acquistare opere d’arte moderna e contemporanea che andranno a incrementare la propria collezione.
“Fondazione Fiera Milano conferma il supporto a Miart 2018 attraverso il proprio fondo acquisizioni. Miart è ormai diventata una delle manifestazioni di livello internazionale per l'intero settore; Fondazione Fiera ha voluto e vuole sostenere questa Fiera internazionale d'arte moderna e contemporanea che rappresenta un importante fattore di attrattività per Milano - dice il presidente Giovanni Gorno Tempini -. Nella nostra sede storica presso la Palazzina degli Orafi, la Fondazione conserva una collezione significativa di opere acquisite dall’istituzione del fondo nel 2013, che è ora consultabile sul sito web www.fondazionefieramilano.it in una sezione dedicata”.
Ad affiancare Giovanni Gorno Tempini nelle scelte di acquisizione delle opere saranno Martin Clark, direttore della Camden Arts Centre di Londra, Lorenzo Giusti, direttore della GAMeC, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, Eva Wittocx, curatrice e capo per l’Arte Contemporanea M-Museum Leuven.

Gli altri riconoscimenti sono il Premio Lca per Emergent per la miglior galleria emergente, del valore di 4.000 euro, che vede l’ingresso in qualità di partner dello studio legale Lca; il Premio Herno, in collaborazione con Herno Spa, che assegna allo stand con il miglior progetto espositivo un riconoscimento di 10.000 euro; il Premio Fidenza Village per Generations, in collaborazione con Fidenza Village e Value Retail, con un riconoscimento di 10.000 euro per il miglior stand della sezione Generations; il Premio On Demand by Snaporazverein, in collaborazione con l’associazione di produzioni sperimentali Snaporazverein, che mette a disposizione 10.000 euro per la migliore presentazione all’interno della nuova sezione On Demand; del Premio Cedit per Object, in collaborazione con Cedit, che consiste nell’acquisizione di un’opera di un designer italiano emergente – presentata nella sezione Object – e destinata alla collezione permanente del Triennale Design Museum di Milano; il Premio Rotary Club Milano Brera per l'Arte contemporanea e i giovani artisti, premio acquisto del valore di 10.000 euro per l’arte contemporanea e i giovani artisti.

Un nuovo coinvolgente ciclo di miartalks accompagnerà le tre giornate di apertura al pubblico della fiera e, per il quarto anno consecutivo, miart rinnova la propria collaborazione con In Between Art Film - la casa di produzione per film d'artista e video sperimentali fondata da Beatrice Bulgari. Più di 40 artisti, curatori, direttori di musei, scrittori e architetti internazionali saranno invitati ad animare conversazioni e tavole rotonde sul tema Che cosa possiamo immaginare?. I miartalks 2018 esploreranno la dimensione dell' immaginazione come una forza che crea e trasforma la realtà e non come una fuga dal presente. Ci si domanderà se l'immaginazione è un diritto di tutti o se esistono delle condizioni sociali, economiche e politiche che la precludono; dove è possibile immaginare e se ci sono luoghi nel mondo dove immaginare è vietato; come l'immaginazione può diventare un esercizio quotidiano e, infine, che cosa possiamo immaginare per un futuro che è già qui? Curatori: João Ribas (deputy director e senior surator, Serralves Museum of Contemporary Art, Porto) e Fatos Üstek (curatrice Indipendente, Londra). #miartalks

Con la collaborazione di Fidenza Village nasce anche miarteducational, un nuovo servizio di mediazione gratuita messo a disposizione del pubblico della fiera. Sul sito www.miart.it è possibile prenotare la partecipazione a una serie di visite guidate, programmate a orari stabiliti, pensate per approfondire i contenuti storico-artistici e curatoriali che danno forma agli stand ospitati da fieramilanocity, con una particolare attenzione alle sezioni Generations e Decades. miarteducational è reso possibile grazie al rafforzamento del coinvolgimento di Fidenza Village, uno degli 11 Villaggi di The Bicester Village Shopping Collection di Value Retail – già partner del Premio Fidenza Village per Generations – che affiancano miart in una nuova iniziativa di formazione che si fonda su due assunti: la necessità di vedere nell'arte un'occasione di confronto e di crescita individuali e collettivi e il desiderio di far agire la fiera come promotore di conoscenza e cultura.

Da segnalare infine l’ingresso come partner tecnico di Flos, azienda leader a livello internazionale nel settore dell’illuminazione residenziale e d’architettura che realizzerà un’installazione luminosa site-specific nella Vip Lounge, nel ristorante tre stelle Michelin da Vittorio. Protagonista del progetto Arrangements, un prodotto a metà tra arte figurativa e design industriale, creato per Flos dall’artista e designer londinese di origine cipriota Michael Anastassiades.