Acquisti su Fastweb, giù Telecom

A Francoforte bene i titoli Deutsche Post

Piazza Affari apre la settimana con una seduta incolore, chiusa con gli indici incollati alla parità: il Mibtel ha terminato la giornata invariato a 26.163 punti, lo S&P/Mib ha limato dello 0,09% a 34.495 punti mentre l’All Stars si è apprezzato dello 0,44% a 13.324 punti. Il grigiore di Piazza Affari si è riflesso anche negli scambi, in picchiata a 2,8 miliardi di euro di controvalore, dai 6,2 di venerdì. Qualche spunto non è però mancato. Tra i bancari qualche acquisto su Bpm (più 0,52%) e su Ubi Banca (più 0,50%) mentre resta venduta Mps (meno 1,21%) con Intesa Sanpaolo (meno 1,09%), Mediobanca (meno 1,00%) e Unicredit (meno 0,63%). Bene Fastweb (più 3,7%) in attesa della trimestrale, mentre flettono Telecom (meno 1,08%) e Tiscali (meno 1,56%). Acquisti su Autogrill (più 1,73%), Lottomatica (più 1,68%), Pirelli (più 1,73%) e Geox (più 1,19%) mentre nell’energia si segnala il guizzo di Saipem (più 2,22%). Denaro anche sull’Eni (più 0,64%), si apprezza Fiat (più 0,35%) a ridosso dei 15 euro. Soffrono gli editoriali, con Mondadori in calo dell’1,58%, L’Espresso dell’1,25% e Rcs dell’1,04%. In flessione Luxottica (meno 1,20%) con Terna (meno 1,16% a 2,82) e Stm (meno 1,07% a 7,75). Bene la Roma (più 3,34%) che tiene accese le speranze scudetto dopo la sconfitta dell’Inter nel derby. Deboli anche i listini europei, con Londra chiusa per festività. A Parigi forti vendite su Eads (meno 3,2%) dopo l’indiscrezione di stampa secondo cui sono previsti ritardi nella consegna degli A380. A Francoforte denaro su Deutsche Post (più 2,8%) grazie ai brillanti risultati registrati nel primo trimestre.