Acquisti su Lafarge a Parigi

Giornata negativa ieri per le Borse statunitensi. Oltre agli effetti dell’uragano Katrina gli indici di New York hanno accusato i risultati negativi del comparto auto, con General Motors in calo del 4,5% e Ford del 2,5%. A un’ora dalla chiusura il Dow Jones cedeva lo 0,25% e il Nasdaq lo 0,29%. Per quanto riguarda GM oltre al caro greggio ha pesato l’incertezza per le trattative per salvare la società di componentistica Delphi, che arretra di oltre il 10%. Più vivaci le Borse europee. Sempre in buona posizione Parigi (più 0,5%), dove hanno brillato le azioni del cemento, in vista della ricostruzione delle aree colpite dall’uragano Usa: Lafarge guadagna poco meno del 3%, ma buone affermazioni anche per Bouygues (più 1,1% e Vinci (più 1%). Rialzi selettivi a Londra, dove emerge ancora Exel (più 16,2%) alla conferma dei colloqui con Deutsche Post, che invece a Francoforte arretra del 3,5 per cento.