Acquisti su Mediaset

Si chiude sui massimi di giornata la seduta a Piazza Affari, sostenuta dal buon andamento degli indici di New York. Il Mibtel ha così chiuso in rialzo dello 0,8% superando il precedente record annuale, lo S&P/Mib dello 0,93% a 33931 punti su nuovi massimi storici, il TechStar dello 0,47% e l’AllStars dello 0,7%, anch’esso su nuovi massimi a 13542 punti. In leggero calo il controvalore degli scambi, pari a circa 2,8 miliardi di euro. Sempre sugli scudi Mps (più 2,75%), spinta dalla riconferma di Mussari alla presidenza della Fondazione. Ben comprate Eni (più 2,23%) e Saipem (più 1,49%), sui nuovi record del greggio. Sugli scudi anche Mediaset (più 2,3%): per gli analisti di Morgan Stanley il titolo rimane l’unico con rating «overweight» tra i giudizi di tutti gli altri broadcaster europei. In calo Italcementi (meno 1,5%), L’Espresso (meno 0,7%), Autostrade (meno 0,7%) e Snam Rete Gas (meno 0,6%). In luce Marzotto, che segna un rialzo del 6,2% con il 4,2% del capitale scambiato. Ben comprate anche Socotherm (più 4,2%) e Tenaris (più 5,3%) quest’ultima in attesa dei risultati che saranno presentati domani. Continua il rally di Biesse (più 10,7%) con pesanti ordini di acquisto segnalati da Londra.