Acquisti su Parmalat

In vista del weekend Piazza Affari riscopre il risiko bancario, dando maggior consistenza ai rumors delle concentrazioni bancarie. Capitalia (più 5,3%) e Banca Intesa (più 3%) sono indicate come le protagoniste del futuro merger, ma è ritornato l’interesse pure su Pop. Milano (più 3%) e Montepaschi (più 1,8%), mentre la Popolare Italiana ritorna sopra i 9 euro (più 1,6%). Altra protagonista, Parmalat guadagna oltre il 5%, trascinando al rialzo anche il relativo warrant, per la previsione di un inserimento del titolo nell’indice SP Mib al posto di Rcs. Recuperano i telefonici, tengono i titoli energetici, nonostante il calo dei prezzi del greggio; migliora Viaggi del Ventaglio (più 2,4%) alla ipotesi di un salvataggio, protagonista Jp Morgan. I risultati aziendali premiano Italcementi (più 3,4%), mentre tra gli assicurativi si distingue Toro (più 2,2%). Scarso l’interesse per Fiat, che tuttavia guadagna l’1,4%. Al Mercato Expandi nuovo blitz di Caleffi (più 5,2%). Gli indici azionari segnano un recupero tra lo 0,8 e l’1%, con scambi che abbandonano i record dei giorni scorsi, per un controvalore indicato in 4,3 miliardi di euro. È proseguito l’ondeggiamento di Alitalia, ieri in calo dell’1,9 per cento.