Acquisti su Saipem

L’assenza di un preciso indirizzo di tendenza a Piazza Affari ha prodotto una serie di correzioni negli indici azionari, poco sopra lo 0,5% per Mibtel e S&P/Mib, mentre conserva le sue posizioni il Midex. Gli affari si sono stabilizzati poco sopra i 7,5 miliardi di controvalore, e ad alimentare l’attività sono state ancora le azioni telefoniche, in attesa che si arrivi a un assetto azionario stabile. Scambi sempre consistenti per Telecom e Pirelli, ma attività in crescendo per Mediaset. Nel comparto energetico brilla ancora Saipem, mentre rispunta il titolo Parmalat (più 1,6%) dopo gli ultimi sviluppi delle vicende giudiziarie. Nei bancari emerge Carifirenze (più 2,6%) in attesa che venga definito il tema delle alleanze. Fiat si è rafforzata a oltre quota 20 euro, sempre in «rosso» Alitalia, mentre nel limbo del listino «strappano» Ratti (più 23%) e Beghelli(più 6%). Bene Class (più 5,7%), all’annuncio di prossime azioni gratuite.