Acquisti sulle risparmio

Piazza Affari ha resistito meglio alle pressioni dell’offerta, che invece hanno penalizzato le Borse europee e statunitensi. Gli indici si sono mossi ancora a forbice: Mibtel e Mib30 arretrano tra lo 0,25 e lo 0,30%, mentre in terreno positivo hanno chiuso il Comit e il Mediobanca. Le contenute oscillazioni delle blue chip starebbero a confermare una presenza attiva della domanda che ha mantenuto elevato anche il ritmo degli scambi, il cui controvalore ha superato i 4,7 miliardi. Ancora protagoniste le azioni di risparmio, che potrebbero avere un ruolo di primo piano in presenza di decisioni su futuri assetti azionari. Così le Ras risp. aggiungono un altro 4,3% ai progressi dei giorni scorsi; bene anche Carige risp. (più 12,6%), Gemina risp (più 3,2%), Saipem risp (più 2,6%) e Rcs risp (più 2,4%). Nei bancari si assestano i titoli del risparmio gestito, risale Carifirenze (più 2,7%), ma si assesta Unipol (meno 1,5%), in attesa di conoscere le condizioni dell’aumento di capitale in cantiere. Gli effetti delle semestrali hanno penalizzato Linificio (meno 4,2%), Campari (meno 3,9%) e Aem Milano (meno 1,6%); rimbalzo delle Pop. Milano (più 1,5%) per le migliorate stime sugli utili 2005.