Acquisto O2 via libera Ue Debito record

da Milano

La Commissione Ue ha autorizzato il progetto di acquisizione della società di tlc mobili inglese O2 da parte della spagnola Telefonica. Per ottenere il via libera di Bruxelles, Telefonica si è però dovuta impegnare ad abbandonare l’alleanza Freemove, dissipando così i timori degli esperti Ue che la nuova acquisizione potesse mettere in pericolo la concorrenza sul mercato dei servizi di roaming internazionale in Gran Bretagna. In Freemove infatti si trovano alleati i tre più grandi operatori di telecomunicazioni in Europa, l’italiana Telecom Italia, la francese France Télécom e la tedesca Deutsche Telekom, che in questo modo possono garantire agli abbonati delle altre due compagnie il servizio di roaming internazionale nei rispettivi Paesi d’appartenenza. O2 invece attualmente fa parte dell’alleanza di operatori di telecomunicazione più piccoli, Starmap. Sul fronte finanziario il gigante delle tlc spagnolo ha confermato l’emissione di obbligazioni per 4 miliardi di sterline (7,1 miliardi di euro) per l’acquisto di O2 pagata circa 26 miliardi. E il debito netto di Telefonica raggiungerà così il livello record di 54,4 miliardi di euro.