Ad Albaro il Pd perde altri due pezzi

A volte la crisi di un grande partito si vede anche dalle piccole cose. Che tutte insieme, però sono un sintomo importante di qualcosa che non va. Succede per esempio che in quel del Municipio Medio Levante, Albaro e dintorni, per intenderci, due consiglieri del Pd siano usciti dal gruppo e abbiamo costituito un altro gruppo sempre di opposizione, ma distinto.
Entrambi di area cattolica, Anna Maria Galli, professoressa alla facoltà di Ingegneria, e Mario Cicchetti hanno costituito un nuovo gruppo di centro denominato «Impegno politico solidale» precisando che l’allontanamento «non è assolutamente da imputare ai componenti del gruppo consiliare Pd del Municipio Medio Levante e tantomeno al capogruppo Alessandro Morgante» visto che «i rapporti con tutti i componenti del gruppo sono sempre stati improntati alla massima collaborazione ed amicizia senza alcuna incomprensione sulla linea politica da seguire». Ma qualche incomprensione e certo non di poco conto viste le conseguenze c’è stata. Più in alto però, con la direzione del Pd. Che, spiegano la professoressa Galli e Cicchetti prendendo in prestito un’espressione che piace a D’Alema, «è un’amalgama mal riuscita». Tralasciando il fatto che amalgama è singolare maschile e non vuole l’apostrofo, resta il fatto che Anna Maria Galli proviene dalla Dc passando per la Margherita, mentre Cicchetti è indipendente, due posizioni che evidentemente mal si sposano con quella degli ex Ds. «L’amalgama non è riuscita - dicono - non per motivi organizzativi, ma perché le due componenti possono collaborare in un cartello elettorale, ma non convivere in un solo partito». I due potrebbero anche trovarsi presto a fianco del capogruppo dell’Udc in Municipio Maurizio Casalegno che, pur essendo in maggioranza, è sempre stato attento a raccogliere le opinioni di tutti i moderati in qualsiasi schieramento militassero.