Ad Anguillara Sabazia tutti pazzi per il pesce di lago

Sonia Leotta

Ad Anguillara Sabazia si svolgerà questo fine settimana l’edizione n° 45 della Sagra del pesce. Grazie al contributo delle associazioni locali durante la giornate di oggi e di domani su viale Belloni, passeggiata del lungolago, saranno allestite delle «fraschette» dove si potrà gustare il «cottio dei latterini», prodotto ittico del lago, unico nel suo genere. Intrattenimento, gare e giochi, con animatori e giostre ambulanti, faranno la felicità dei più piccoli, mentre per tutti, a partire dalle ore 22.15, un concerto del gruppo brasiliano «La Jangada» proporrà ritmi e sonorità delle diverse regioni del Brasile. Il programma di domani prevede per la serata un concerto di musica folk popolare e irlandese, preceduto da un grande raduno bandistico.
Durante la manifestazione saranno presenti stand di prodotti enogastronomici, dolciari e di vario genere, mentre sul lungolago, saranno improvvisati spettacoli a cura di artisti di strada e locali. Uno scintillante spettacolo pirotecnico sul lago, concluderà la due giorni di festa. La città, che prende il nome da una antica villa di epoca romana chiamata «Angularia», perché sorta proprio dove la costa forma un angolo retto, legò la sua storia per secoli a quella degli Anguillara, famiglia di presunti briganti, forse favoriti dalla posizione del castello che trovandosi a un crocevia per Roma dominava il continuo passaggio di mercanti e pellegrini. Molto interessanti da visitare sono la Chiesa della Collegiata, il belvedere abbellito dalla Fontana delle Anguille, il cinquecentesco Palazzo Baronale, oggi sede del Comune, il Torrione medioevale, sede del Museo della civiltà contadina e della cultura popolare Augusto Montori e la Chiesa dell’Assunta che conserva una Madonna col Bambino, un’Assunzione del Muziano ed alcuni Angeli del ’400.