Ad Annozero L’ultima di Santoro: apologia di reato in diretta televisiva

L’ultima di Santoro? Giustificare la violenza, le devastazioni di piazza, come quelle di martedì a Roma, nella centralissima via del Corso. Insomma apologia di reato in diretta e senza contraddittorio. È stata una puntata a dir poco turbolenta quella di ieri ad Annozero dove uno studente, Luca Cafagna, ha giustificato gli scontri innescati dai manifestanti attaccando pesantemente il ministro della Difesa Ignazio La Russa presente in trasmissione. La Russa si è ribellato e ha replicato con una raffica di «vigliacco, vergogna, fifone, incapace». Il ministro ha quindi protestato con Santoro per l’assenza in studio di un poliziotto per il contraddittorio. «Lei - ha ribattuto Cafagna a La Russa - è figlio di una cultura politica intollerante». «Zitto, vigliacco, andate contro ragazzi che fanno il loro dovere e andate in piazza con la faccia nascosta», ha proseguito La Russa mentre Cafagna gli ribatteva «state svendendo l’università pubblica». Il ministro a un certo punto si è alzato per lasciare lo studio ma poi si è riseduto e il duello verbale è andato avanti.