Ad Arenzano la spazzatura è più cara che a Portofino

Dai 23 euro ai 31 e oltre al metro quadrato: ecco quanto costa la tassa sui rifiuti agli esercizi pubblici del comune di Arenzano, dove la gente si chiede «è spazzatura o è oro?». La denuncia arriva dal gruppo del Pdl di Arenzano che raccoglie e rilancia la protesta dei commercianti e dei titolari di bar e ristoranti. Spazzatura più cara che a Portofino? Tutti i negozianti mugignano, ignorati dalla giunta comunale, che presa nei suoi giochi di palazzo per mantenere unita la maggioranza su questioni edilizie, continua a non preoccuparsi dei problemi dei suoi cittadini.
I numeri sono numeri e al metro quadrato un bar arenzanese paga (tariffa totale) 23,003 euro, un ristorante o una pizzeria 24,32 euro, una pescheria o ortofrutta 31,309 euro.
E andando a sbirciare nella mondana Santa Margherita si scopre che il bar spende 8,36 euro, il negozio di frutta 12,89 euro, la pescheria 17,09. «Così come a Recco che vanta all'incirca la nostra stessa popolazione, si ripete sempre la stessa musica, i bar pagano 11,33 euro e i ristoranti-pizzerie 13,51 i negozi al dettaglio di frutta verdura, focaccerie e pescherie 16,8», dicono i rappresentanti dell’opposizione. Che continuano: «non è solo il prezzo a creare malcontento. Il servizio di igiene lascia a desiderare e la pulizia dei cassonetti non viene rispettata. Metteteci il naso dopo che gli operatori hanno svolto il recupero e ne avrete la prova».