Ad Asolo il Corporate riscopre le sue origini

La gara di Asolo ha chiuso in bellezza il mese di maggio del Corporate. Il percorso veneto può, per molti versi, esser considerato come il simbolo stesso di questo esaltante Torneo. Proprio il neonato club di Asolo, infatti, nel 1997 decise di ospitare la prima giornata italiana di presentazione del World Corporate Golf Challenge. Quella scommessa, che poi si è poi rivelata vincente, allora appariva tutt’altro che scontata.
A ricordare e sancire il profondo legame tra il Torneo e Asolo, la gara dello scorso 31 maggio ha visto scendere sul green anche la squadra Martin Argenti (società licenziataria per l’Italia del Challenge), capitanata proprio da Anacleto Martin, accanto a numerosi team che, non certo per caso, erano presenti anche nel lontano 1997. La piacevole rimpatriata è stata accompagnata da un bel sole e da temperature gradevoli; il percorso in condizioni ottimali ha permesso di contenere i tempi di percorrenza sul green nell’ordine delle 5 ore. Sul gradino più alto del podio è salito il team A. M. Glory.
Questo il commento di Andrea Gandolfi, capitano della squadra modenese che si è aggiudicata anche la sacca ad estrazione messa in palio da BankAmericard: «La nostra prima uscita a marzo, al Golf Le Fonti, campo dove ci capita spesso di giocare, ci ha consentito subito di raggiungere l’obiettivo della qualificazione, permettendoci così di scegliere percorsi che non conoscevamo per le altre prove a nostra disposizione. Stranamente abbiamo ottenuto il nostro miglior piazzamento proprio su questo green, dove giocavamo per la prima volta. Evidentemente il fattore campo conta solo fino ad un certo punto».
La premiazione in club house è risultata affollata più del solito. Certamente per il clima di amicizia creatosi tra le squadre presenti, quasi tutte provenienti dal Veneto. Ma anche per la suspence creata dal fatto che alcuni dei team nelle posizioni di testa avevano già conquistato l’accesso alle semifinali e potevano così “liberare” dei posti preziosi a vantaggio delle squadre classificate nelle posizioni di rincalzo.