Ad Aviano è attiva una clinica oncologica che supporta i pazienti guariti da tumore

Ad Aviano la prima clinica italiana per pazienti oncologici guariti o lungoviventi. Sono circa un milione e mezzo le persone che in Italia vivono con il cancro e più della metà è lungovivente o guarita.
Per prevenire le complicanze, che in questi pazienti possono sorgere nel lungo termine, è attiva dal giugno 2008 presso il dipartimento di oncologia medica del centro di riferimento oncologico (Cro) di Aviano, la prima clinica riabilitativa, unica per il momento in Italia ed in Europa, rivolta ai pazienti oncologici guariti o lungoviventi con almeno 5 anni di storia di assenza di malattia oncologica e senza trattamenti in atto (oltre un centinaio di pazienti valutati finora, in convenzione con il sistema sanitario nazionale, per accedervi si può telefonare allo 0434.659036).
L’iniziativa fa parte di un progetto nazionale di riabilitazione oncologica finanziato dal ministero della salute e coinvolge altri Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico nazionali. E’ in collaborazione con l’Associazione Italiana malati di cancro (Aimac) e con la Federazione Italiana delle associazioni di volontariato in oncologia (Favo).
Spiega Umberto Tirelli, direttore del dipartimento di oncologia medica al Cro e responsabile del progetto: «Un lungovivente oncologico o un guarito è una persona ad alto rischio oncologico (secondario ai trattamenti ricevuti e-o a nuovi tumori) ed è ad alto rischio anche di problemi psicologici, psichiatrici, endocrino-metabolici, sessuali e cardio-respiratori, associati ai trattamenti precedenti. Affrontare insieme al paziente questi problemi, individuare quegli interventi che potranno migliorare la qualità di vita e impostare un corretto approccio clinico e psicologico, con una équipe di specialisti, è tra i nostri obiettivi. Non intendiamo in questo modo sostituirci al medico o alla struttura che segue il paziente ma vogliamo invece fornire ai pazienti un supporto per la soluzione di quei problemi clinici, psicologici e sociali che possono insorgere a fine cure e difficili da affrontare nei vari centri specialistici, impegnati per lo più a seguire i malati nei trattamenti».
I medici e gli psicologi della clinica riabilitativa di Aviano stanno preparando un documento che includerà informazioni sulla malattia oncologica del paziente, dettagli sui trattamenti effettuati, un programma di indagini con esami e visite. Possono utilizzare questa struttura tutti i pazienti che hanno avuto tumori della mammella, gastro-intestinali, ginecologici, genito-urinari, e linfomi, trattati in qualsiasi centro italiano e che abbiano almeno cinque anni di storia di malattia oncologica.