Adailton: «Voglio marchiare questo finale»

Adesso che anche Marco Di Vaio, con il vento in poppa, è arrivato a forza nove, la voglia di tornare è raddoppiata. In vetta alla classifica dei cannonieri rossoblù non è più solo e ormai manca dal campo da più di un mese e mezzo, da quel maledetto pomeriggio allo stadio Picco tanto positivo per il Genoa quanto negativo per lui e per il suo viso.
Martins Bolzan Adailton scalpita e si candida ad un rientro nel corso della gara al Luigi Ferraris col Pescara.
«La forma non è delle migliori, però muoio dalla voglia di tornare in campo - confessa la punta brasiliana - Ho fatto tanti sacrifici e spero di imprimere il mio marchio a questo finale di campionato».
'Ada' ha ancora tre giornate per andare in doppia cifra nella corsa alla serie A e in nome di questo obiettivo emerge il suo spirito di trascinatore, di uomo squadra. «L'essenziale è buttarla dentro: non importa come, non importa chi» anche se poi ammette che il favorito come capocannoniere rossoblù resta proprio Di Vaio, pur non sottovalutando De Rosa. E allora via a sistemarsi la maschera già diventata oggetto del desiderio dei tifosi, meglio lustrarla a lucido non si sa mai. Per il carnevale rossoblù bisogna aspettare ancora qualche settimana, ma lo scherzo al Napoli lo si potrebbe fare anche prima e Adailton ci vuole essere.
Intanto dal campo di Pegli nuovi problemi per Cristian Stellini. Per il difensore rossoblù si è riacutizzato il problema muscolare al polpaccio mentre si registrano notevoli miglioramenti mostrati per Juric.
Domani la squadra disputerà un'amichevole ad Acqui Terme (inizio ore 16, ingresso libero).
Sul fronte del tifo in occasione della penultima gara del Grifone nella propria tana, sabato con il Pescara, il G.C. Figgi do Zena 1995 metterà ancora in vendita delle bandierine rossoblù, agli ingressi del Ferraris. L'intero ricavato verrà devoluto al canile municipale di Via Adamoli.
Su internet (www.ebay.it) invece sono state messe all'asta le maglie di Adailton, Milanetto e Rossi. Il ricavato contribuirà a realizzare un campo da calcetto nell'oratorio di Don Fabrizio Ferrari, padre spiriturale del Genoa, in via Confalonieri a Sestri Ponente.