Addio al baby-portiere

La maglia dell’idolo Buffon per il tredicenne morto in strada

C’era la maglia del suo beniamino Gigi Buffon, c’erano i suoi compagni di squadra dei Giovanissimi della Romulea e della Roma, con i dirigenti delle squadre giovanili delle due società, ieri pomeriggio nella chiesa di San Raffaele nel quartiere Trullo, ai funerali di Federico Santolini, il bambino di 13 anni morto domenica scorsa in seguito ad un aneurisma cerebrale che lo aveva colpito in strada a Fiumicino.
La chiesa era gremita di ragazzi, allenatori, dirigenti di tante squadre calcistiche di Roma, tanto che molti hanno seguito i funerali fuori della chiesa. Sul feretro, la maglia azzurra del campione del mondo Gigi Buffon, il portiere della Juventus e della nazionale del quale Federico era grande tifoso. A inviarla è stata la federcalcio, dopo che ieri due compagni di classe del baby-calciatore avevano scritto una lettera al presidente federale Luigi Abete. Federico era gran tifoso del miglior portiere del mondo - il contenuto del messaggio inviato per iniziativa della coppia di ragazzi - vorremo fargli l’ultimo regalo, e anche se è tardi sappiamo che spesso i miracoli si avverano: così oggi la maglia numero 1 è stata consegnata da un delegato del comitato provinciale della federazione calcio. Particolare la commozione al momento della consegna.