Addio a Carla Castellani, decana dei soprano

È morta a Milano Carla Castellani, una fra i più grandi soprano del teatro lirico italiano del secolo scorso. Nata a Milano nel 1906, si era diplomata al Conservatorio rivelandosi appassionata e precisa pianista. In possesso di una bella voce, studiò canto ed entrò negli anni Trenta nel coro della Scala dove venne scoperta dal maestro Gino Marinuzzi. Si impose subito, tanto che il 26 dicembre 1941 inaugurò con Ernani la stagione scaligera al fianco di Francesco Merli, Tancredi Pasero e Gino Bechi. Restò alla Scala per diversi anni: La forza del destino, Don Giovanni, Andrea Chénier, Aida i suoi cavalli di battaglia. Cantò anche al Regio di Torino, all’Opera di Roma, al San Carlo di Napoli, al Regio di Parma, al Carlo Felice di Genova. Negli ultimi decenni si era dedicata a trasmettere il suo entusiasmo, la sua arte e le sue esperienze professionali a giovani italiani e stranieri. La Castellani era considerata la decana dei soprani.