Addio a Carla moglie fedele di Tinto Brass

Niente funerali per Carla Cipriani Brass, la moglie del regista hard Tinto, scomparsa a Merano mercoledì, all’età di 76 anni. «Verrà cremata a Merano e poi, più avanti, farò con gli amici una bella cena, visto che amava la buona tavola ed era un'ottima cuoca. La faremo sull'isola di Torcello, alla Locanda Cipriani, che in suo onore amo chiamar LoCarla» spiega il marito. I due, che si erano conosciuti a Venezia da giovanissimi, hanno condiviso più di mezzo secolo di vita e carriera. «Per me aveva lasciato gli interessi e le attività di famiglia» ricorda il regista. Carla infatti è anche la sorella del ristoratore Arrigo Cipriani e senza l’incontro con Tinto avrebbe sicuramente continuato a lavorare per la «Locanda». La moglie, invece, gli ha fatto da braccio destro anche sul set, tant’è che gli amici l’avevano soprannominata Tinta. A chi maliziosamente le chiedeva se fosse gelosa delle attrici bellissime e discinte che circondavano il consorte, Carla rispondeva: «Le altre passano, io sono sempre qua». Tra i due ci doveva proprio essere un rapporto speciale, e dinfatti il marito la sente ancora molto vicina: «Sono i sensi e il sentimento che si rifiutano di accettare la realtà di questa scomparsa. È ancora qui accanto a me e sono certo che continuerà ad ispirarmi nel lavoro».