Addio code agli sportelli Basiglio nell’era del chip

Nasce Spazio Si: uffici comunali informatizzati, comodi ed efficienti

File, lunghi pellegrinaggi da un ufficio all’altro, inutili perdite di tempo. Sono solo un lontano ricordo. Almeno per gli abitanti di Basiglio che da oggi possono contare su uffici comunali nuovi di zecca e completamente informatizzati. Sono concentrati nello «Spazio Si», un grande open space a disposizione dei cittadini e inaugurato questa mattina, dove chiedere documenti e risolvere qualunque problema di ordine pratico. Non soltano esempio di efficienza e velocità, anche un luogo bello da vedere e confortevole da vivere. Progettato, non a caso, da «Giugiaro Architettura».
«Semplificare le procedure, garantire la trasparenza dell’attività amministrativa, rendere facilmente reperibili le informazioni e modernizzare le forme di pagamento che rendono meno complesso e disagevole il rapporto con il Comune - spiega il sindaco di Basiglio, Marco Flavio Cirillo -. È questo il nostro obiettivo primario per mettere al centro il cittadino e trasformare il rapporto da cittadino-utente a cittadino-cliente». Lo «Spazio Si» è completamente informatizzato. I cittadini possono rivolgersi agli operatori comunali, supportati dalla più avanzata tecnologia, per chiedere documenti in tempo reale, avviare l’istruttoria di pratiche complesse, effettuare pagamenti mediante carta di credito o bancomat: tassa sui rifiuti, rette scolastiche, Ici, servizi sociali. Inoltre, comodamente seduti a casa, gli utenti sono continuamente aggiornati grazie ai computer collegati con il portale del Comune (www.comune.basiglio.mi.it).
«L’idea è assolutamente innovativa e unica in Italia - continua il primo cittadino -, abbiamo creato un unico punto di accesso alla pubblica amministrazione annullando file e sportelli». Allo spazio fisico del Comune corrisponde uno spazio virtuale: il portale, appunto, attivo già da tempo. Anche qui è possibile, direttamente da casa, sbrigare numerose commissioni. «Il nostro - prosegue il sindaco - è uno dei pochi Comuni che, in Italia, aderisce al Codice digitale della pubblica amministrazione, con l’obiettivo di snellire i servizi per i cittadini». Per realizzare il progetto sono stati necessari quattro anni di lavori e un milione di euro. «Ma ne è valsa la pena - dice Cirillo -. Oggi non ci sono più code, perdite di tempo, lunghe telefonate con gli operatori. Inoltre, questo spazio è bello da vedere e da vivere, grazie a un design di altissimo livello con il quale comunichiamo efficienza e velocità. Con questo progetto la nostra amministrazione è diventata permeabile a 360 gradi».
E loro, i cittadini direttamente interessati da questa piccola rivoluzione, mostrano di gradire. «Sono molto contenti - conclude il sindaco -. Abbiamo ricevuto numerose lettere da parte di professionisti che applaudono ai nostri servizi e all’accoglienza che riserviamo loro».