Addio a Danielle,vedova di Mitterand

E' morta nella notte Danielle, vedova di Francois Mitterand, all'età di 87 anni. Una vita tra la resistenza e l'attivismo per i diritti umani

Ex partigiana e paladina dei diritti umani. Danielle Mitterrand, vedova dell’ex presidente francese Francois, è morta questa notte. Aveva 87 anni. "È morta alla due del mattino all’ospedale Georges-Pompidou", ha dichiarato una fonte all’Afp.

Danielle Mitterrand era stata ricoverata venerdì ed era stata posta in coma indotto. Nel corso della sua vita, Danielle si era distinta come attivista per i diritti umani e per la difesa dei popoli oppressi, dai tibetani ai curdi, ai cubani, agli indios messicani organizzati dal subcomandante Marcos. A 17 anni si era unita alla resistenza contro i nazisti come infermiera. Proprio in quel periodo, a Cluny, in Borgogna, nella casa di famiglia dove si era rifugiato suo padre, Danielle conobbe il capitan "Morland", cioè Francois Mitterand, ricercato dalla Gestapo.

Si sposarono il 27 ottobre del 1944. Entrata suo malgrado nel vortice della politica, Danielle Mitterand è stata al fianco del marito in diverse campagne e avventure politiche dalla fine della guerra sino al 1981, quando Francois viene eletto alla presidenza della repubblica (Mitterand verrà confermato all’Eliseo anche nel 1988). All’Eliseo, Danielle rifiuta di lasciarsi imbrigliare dal protocollo e approfitta del suo ruolo di "premiere dame" per sostenere le cause a lei più care e nel 1986 crea la fondazione France-Libertés che a ottobre scorso ha festeggiato il suo 25esimo anniversario.

Nel 1992, assieme al ministro della sanità e dell’azione umanitaria Bernard Kouchner, Danielle Mitterand scampa ad un attentato durante una visita nel kurdistan iracheno. Madre di due figli, Gilbert et Jean-Christophe, vedova dal 1996, Danielle Mitterand ha anche avuto un rapporto molto affettuoso con Mazarine Mitterand, la figlia a lungo segreta che il marito aveva avuto da un’altra donna.