Addio Erg, la nuova Sampdoria cambia la maglia e lo sponsor

MContinuano le presentazioni in casa Sampdoria. Ieri è stata la volta delle divise da gioco per la stagione 2011\2012 e del nuovo sponsor, la Gamenet Spa, che campeggerà sulle divise sociali blucerchiate sostituendo lo storico marchio Erg. Le maglie rispetto all'anno precedente hanno poche, ma per chi è scaramantico, importanti modifiche. Infatti non ci saranno più il colletto e i bordi bianchi (che quando c'erano hanno portato sempre alla retrocessione) da quella di casa, mentre è stata confermata la bianca trasferta con la fascia blucerchiata trasversale e quella verde per i portieri. Come terza ritorna la nera. Veniamo al nuovo sponsor. La Gamenet è una concessionaria Aams per il Gioco Pubblico, una delle dieci concessionarie di rete telematica per gli apparecchi con vincita in denaro autorizzata dai Monopoli di Stato. Il contratto con i blucerchiati è biennale con opzione per il terzo.
Il perché dell'operazione arriva dalle parole del vicepresidente Edoardo Garrone. «La Erg con la Total resterà vicina alla Sampdoria, ma in altre maniera. Quando stavano per rinnovare l'accordo di sponsorizzazione per il 17 anno ci ha contattato la Gamenet presentandoci una proposta interessante, che abbiamo interpretato come un rafforzamento della Samp». Sulla sponda rossoblù invece tiene sempre banco il mercato. In porta Viviano è leggermente in vantaggio sul viola Frey, perché alla Fiorentina non convinco le contropartite tecniche offerte dai rossoblù. Per quello che riguarda Amauri, che il presidente Preziosi ammira parecchio visto che l'ha portato lui in Italia, c'è però da battere la concorrenza di molte squadre, non ultima l'Udinese. Il Napoli è sulle tracce di Sokratis ed Acquafresca, «che lo voleva già alcuni mesi fa» fa sapere il ds Capozucca, che aggiunge. «Gargano non arriverà, mentre Kucka non andrà al Milan».