Addio a Giacomo Gualco, governatore commercialista

Regione Liguria in lutto per la morte di Giacomo Gualco, presidente della giunta regionale dal settembre 1990 al gennaio 1992. Aveva 75 anni. Democristiano della corrente dorotea, legato a Paolo Emilio Taviani, è stato anche deputato nella Undicesima Legislatura, dal 23 aprile 1992 al 14 aprile 1994, durante i governi di Giuliano Amato e Carlo Azeglio Ciampi. Dopo l’esperienza da parlamentare, si era ritirato dalla politica, ma aveva continuato a esercitare la professione di commercialista.
Lo ricordano commossi due amici di sempre. Tullio Mazzolino che con lui ha diviso la passione politica e Beppe Costa, consigliere comunale del Pdl, che ne rammenta anche il lato più privato, come ex allievo dell’istituto Piccardo. «Lui doroteo, io fanfaniano - ricorda Mazzolino -eppure dello stesso partito ma con un grande rispetto gli uni per gli altri . Ricordo che lui uscì dal Comune quando entrai io e andò in Regione. Lo ricordo con affetto, anche perché abbiamo fatto anche lo stesso lavoro: tutti e due come commercialista, insieme alla moglie e ai figli».
Simpatici i ricordi di Giacomo Gualco da parte di Beppe Costa, ex piccardino, come lui. «Lo ricordo da giovane in moto con il giubbotto di pelle che arrivava a scuola con chili di focaccia acquistati all’ingrosso per rivenderla ai compagni - racconta il politico genovese -. Fu un grande politico, a un certo punto della sua carriera politica era uno che per Genova contava veramente». Alla famiglia il cordoglio di quanti lo conobbero.