Addio a Giulio Macchi lo «scienziato» della tv

È morto a 91 anni Giulio Macchi, autore televisivo, regista e conduttore della Rai nella quale lavorò a partire dalla fine degli anni Cinquanta, diventando popolare grazie alla rubrica «Orizzonti della scienza e della tecnica», che inventò e condusse dal 1966 al 1973, col quale portò sul piccolo schermo la scienza e gli scienziati. Proveniente dal cinema, dove ha collaborato con registi come Rossellini, Emmer e Comencini, dirigendo anche alcuni film, ha esordito in televisione nel 1957 con «la Cortina di Vetro», un’inchiesta sulla burocrazia italiana in cui per la prima volta si impiegava la tecnica della telecamera nascosta.