Addio a Manzotti: produsse Pozzetto

È morto a Roma, a 63 anni, Achille Manzotti, produttore cinematografico e televisivo celebre negli anni Ottanta. Da quasi tre anni Manzotti lottava contro un tumore all’esofago senza abbandonare la sua attività. Aveva appena terminato le riprese di Fratelli di sangue, miniserie per Raiuno con Stefano Dionisi diretta da Claudio Bonivento. Il nome di Manzotti è legato alla commedia all’italiana; fu produttore storico dei film di Pozzetto (La casa stregata, Il ragazzo di campagna), Edwige Fenech, Ornella Muti e molti altri. Pozzetto ha detto di lui: «Non esiste un contratto tra noi. Ci siamo capiti al volo, forse perché entrambi siamo venuti a Roma con la valigia di cartone». Ma non solo film d’intrattenimento, perché c’è la firma di Manzotti dietro a pellicole di Nanni Moretti come Bianca e La messa è finita. «Lui e Moretti si piacevano - ha detto lo sceneggiatore Marco Petraglia - perché lavoravano mandandosi a quel paese». Negli anni ’90 è passato alla tv, sia con Rai sia con Mediaset, per fiction con Massimo Dapporto come Amico mio e Un prete tra noi.