Addio a Pryor comico-spalla di Gene Wilder

da Los Angeles

Era famoso come la spalla di Gene Wilder. Wilder biondo e dalla carnagione chiarissima, mentre lui, Richard Pryor, nero e con i capelli ricci. Attore comico che ha influenzato personaggi come Eddie Murphy e Robin Williams, è morto sabato a 65 anni nella sua casa di San Fernando Valley, nei pressi di Los Angeles. Pryor era malato da anni di sclerosi multipla. Quincy Jones lo ha definito un pioniere della sua arte: «È stato il Charlie Parker della commedia, un maestro la cui eredità resterà per sempre con noi». E infatti Pryor, che fu protagonista di film di cassetta negli anni Settanta e Ottanta, è diventato uno degli attori più pagati di Hollywood.
Tra le sue pellicole di maggior successo Wagon lits con omicidi, Non guardarmi non ti sento, dove interpretava il ruolo del cieco accanto a Gene Wilder, Non dirmelo non ci credo, Chi più spende più guadagna, Il tempo dei cani pazzi. Il suo ultimo film è stato Strade perdute, girato nel 1997 da David Lynch. Nel 1980 Pryor è stato ricoverato in un centro di riabilitazione, per recuperare i postumi di un'overdose di droga e alcol.