Le adesioni superano i 100 milioni per Amundi group, Axa e Invesco

Sono soltanto tre, e tutte di emanazione estera, i gruppi del risparmio gestito che possono vantare una raccolta netta mensile superiore ai 100 milioni di euro: Amundi group (332,9 milioni), Axa (241,9 milioni) e Invesco (109 milioni). Sono invece 10 le case d’investimento che hanno registrato un saldo mensile positivo a due cifre: Morgan Stanley (96,3 milioni), AM Holding (95,3 milioni), gruppo Deutsche Bank (68,7 milioni), Franklin Templeton (59 milioni), gruppo Bnp Paribas (58,7 milioni), Poste Italiane (51,4 milioni), Allianz (43 milioni), Icrrea (16 milioni), Mediolanum (11,1 milioni) e Nextam partners (10 milioni). Chiudono l’elenco dei gruppi con raccolta in territorio positivo a maggio Azimut (8,1 milioni), Pensplan Invest (7,1 milioni), Fondaco (6,3 milioni), Consultinvest (5 milioni), Agora (4,5 milioni), Finanziaria internazionale (0,7 milioni) e Alpi (0,5 milioni). In profondo rosso, con una raccolta netta mensile negativa per almeno 100 milioni Intesa Sanpaolo (-853 milioni), Generali (meno 505 milioni), Pioneer–Unicredit (-298 milioni), Société Générale (meno 226 milioni), Ubi Banca (-135 milioni), JPMorgan asset management (-118 milioni), Banco Popolare (-113 milioni) e Arca (-107 milioni). Il saldo negativo prosegue poi con Credito Emiliano (-89 milioni), State Steet Global advisors (- 86 milioni), Kairos partners (- 78 milioni), gruppo Credito Valtellinese (-36 milioni), Banca Carige (-34 milioni) e ING Direct (-33 milioni).