Adesso abbiamo le prove: la 194 non è applicata

Carissimo Direttore della redazione genovese de Il Giornale dott. Massimiliano Lussana, con grande interesse abbiamo letto il vostro articolo, credo volutamente pubblicato in prima pagina nella edizione di ieri de Il Giornale, per denunciare su Genova una questione di grande rilievo a livello nazionale.
L’aborto, che resta l'eliminazione di una vita umana già formata, viene considerato senza alcun problema metodo anticoncezionale per controllare le nascite già nei consultori delle Asl, anche in Italia dove vorrebbero farci credere che la legge 194/78 è il non plusultra della conquista di libertà per una donna.
La legge 194 è da sempre disattesa e inapplicata, lo sapevamo già, ma grazie a voi ne abbiamo le prove.
Vi abbiamo sempre saputo nostri alleati nella difesa della Vita ma grazie al vostro quotidiano riusciamo a ricevere una dose di coraggio in più nel continuare a perseguire la verità.
Abbiamo sempre sostenuto che, dietro al discorso della legge 194/78, c’è nascosto da trent’anni un profondo veteroideologismo che anche grazie a voi oggi comincia a traballare.
Ci auguriamo che i nostri Politici possano comprendere con maggior serenità quanto da tempo il Movimento per la Vita ha sempre voluto denunciare.
Le parole inutili del Trio Ministeriale Turco-Pollastrini-Bindi rilasciate in questi giorni si commentano da sole, se uno legge con attenzione l'articolo a firma Stefania Antonetti su Il Giornale di ieri.
Ci hanno sempre rinfacciato che a difendere la vita nascente siamo rimasti in minoranza. Sono certo che il popolo della vita stia acquistando sempre più numerosi sostenitori, tra questi Il Giornale a buon diritto con Lei e con Mario Giordano che da dietro le quinte fa capolino.
Buon lavoro.
*vicepresidente Federvita Liguria