Adesso il corto ruba la scena ai film

Il meglio della produzione italiana degli ultimi anni nella vetrina proposta tutte le sere alle 21

Corti al Cineporto gratis. Da domani fino al 17 agosto, la storica rassegna di cinema dell’Estate Romana, giunta alla XXI edizione e ospitata a due passi dal Foro Italico, alternerà alla programmazione ufficiale una selezione di 13 film brevi. Si tratta, in sostanza, del meglio della produzione di corti in video delle ultime due stagioni, divisi in altrettanti programmi e proposti (dalle 21) nel nuovo Spazio Video in contemporanea con la programmazione dell’arena. Nella serata inaugurale, domani, quindi, mentre i fan di Federico Moccia potranno recuperare Scusa ma ti chiamo amore con Raoul Bova, i supporter del corto potranno ammirare La grande menzogna di Carmen Giardina, seguito da A piedi nudi sul palco piccolo gioiello di Andrea Rovati e interpretato da Cecilia Dazzi: passato sugli schermi del videofestival Visionaria 2008, il soggetto del film è tratto dalla storia vera di Valeria Paniccia e in 5' netti illustra un provino dagli esiti davvero imprevedibili. Dall’isola felice di Arcipelago 2008 arriva invece quel Lettere dal manicomio di Alberto Puliafito che, complice la partecipazione di Gigi Proietti, Simone Cristicchi, Claudia Pandolfi e Luca Lionello, dà voce agli ospiti di un ex manicomio. Dalla stimolante palestra del corto è passato anche il cineasta Gabriele Mainetti che con Basette non credeva che attori come Daniele Liotti, Valerio Mastandrea e Luisa Ranieri avrebbero accettato di mettere in scena una sorta di Lupin III di borgata. In programma, oltre al lavoro di Marco Cocci Da lontano nello Spazio Video di Cineporto si vedrà Il lavoro di Lorenzo De Nicola, corto vincitore al Torino Film Fest 2007. Viale Antonino di S. Giuliano.