Ma adesso Giggino vuole mettersi in proprio? "Sto lavorando a un movimento per il Paese"

Il sindaco di Napoli pensa a un "movimento per la crescita del Paese". Un nuovo partito? De Magistris dice di no, ma cerca già nuovi compagni di strada: "Vedo un grande movimento di giovani"

Giggino si allarga. "Sto lavorando insieme ad altri a un movimento", che ha come obiettivo "la crescita del Paese", perchè il governo "lo sta affossando" e l’ipotesi di una discesa in campo di "personaggi che non possono cambiare il Paese, come Montezemolo o Profumo", non convince. Commentando i primi cento giorni del suo mandato  Luigi de Magistris ipotizza un nuovo scenario politico. "Nel Paese - spiega - c’è bisogno di un movimento che sia di pressione e aiuto a quella politica che sta cercando di cambiare. La maggioranza degli italiani vuole far politica fuori dai partiti". Bisogna quindi "evitare che questo sentimento si trasformi in rabbia e antipolitica".

Il sindaco di Napoli è "cresciuto" e vuole staccarsi dall'ingombrante personalità del fondatore-padrone del partito Antonio Di Pietro? Non si sa. De Magistris smentisce, ma le sue dichiarazioni sembrano andare nel senso opposto. Giggino precisa che "non si tratterà di un nuovo partito" e indica alcuni compagni di viaggio: "guardo con attenzione - dice - alle iniziative messe in campo dal movimento Uniti contro la crisi. Ho apprezzato molto la manifestazione che ha visto uniti operai e quadri dirigenti di Alenia. Vedo anche un grande movimento di giovani". Per il primo cittadino partenopeo "questa è politica" e occorre dare uno sbocco a questo nuovo modo di dimostrare impegno civile". 

Se non sarà un partito vero e proprio, gli somiglierà molto e avrà anche un suo manifesto autonomo da quello dell'Idv-. Il manifesto politico avrà tra le sue priorità il lavoro, sostiene il primo cittadino di Napoli. "A fine ottobre scenderò in piazza accanto ai lavoratori ai sindacati e ai rappresentanti delle aziende per una grande manifestazione, per dire ancora una volta che il governo sta affossando le realtà industriali che funzionano". Giggino si sarà montato la testa?