«Adesso intendiamo sentirci italiani in Italia»

Pierre Mariani (Bnp): «Soddisfattissimi, investimento eccellente»

Alberto Toscano

da Parigi

«Siamo soddisfatti, anzi soddisfattissimi», dichiara al Giornale Pierre Mariani, membro del comitato esecutivo del gruppo Bnp-Paribas ed esponente di punta del polo bancario transalpino. Mariani, figlio di padre corso e di madre siciliana, parla dell’Italia con un senso di nostalgia, come se avesse un desiderio personale di espandere nel nostro Paese le attività di Bnp-Paribas.
Pensa sia equo il prezzo stabilito per l’assunzione del controllo di Bnl da parte di Bnp-Paribas?
«Un prezzo è equo quando soddisfa tanto chi compra, quanto chi vende. I commenti degli azionisti di Bnl mi sembrano favorevoli alla transazione e dunque desumo che siano assai soddisfatti del prezzo che è stato deciso. Per quanto riguarda noi di Bnp-Paribas, l’entità dello sforzo economico passa in secondo piano di fronte alla certezza che l’Opa su Bnl sarà un eccellente investimento».
Perché Bnl?
«Ha un ruolo di particolare rilievo in Italia e la sua acquisizione permetterà di dare sistematicità alla nostra iniziativa nella Penisola, che costituisce per noi una sorta di secondo mercato nazionale dopo quello francese».
Quale sarà il peso dell’Italia nella futura galassia Bnp-Paribas-Bnl?
«L’Italia per noi è fondamentale in tutte le specializzazioni dell’attività bancaria. Bnl è un gruppo importante, grazie al quale avremo in Italia un peso indiscutibile e potremo sentirci pienamente a casa nostra».
Che cosa pensa delle perplessità che sono state espresse in questi giorni da alcuni media italiani, che parlano di «espansionismo francese»?
«Noi intendiamo essere italiani in Italia. Ci comporteremo come tali e rispetteremo senz’altro il vostro Paese. Attualmente i dipendenti di Bnp-Paribas in Italia sono 3.700 e sono quasi tutti italiani. Nell’attività che abbiamo sinora svolto nella finanza italiana, abbiamo dimostrato di avere uno spirito di leale collaborazione. Stavolta volevamo un canale diretto d’accesso ai clienti italiani e questo spiega la nostra determinazione nel portare a termine l’Opa su Bnl».
Questo significa che i dipendenti di Bnl non hanno nulla da temere dalle future sinergie con Bnp-Paribas?
«Noi faremo di tutto perché il nostro futuro sviluppo in Italia non abbia conseguenze allarmanti per nessuno. Il piano industriale sarà studiato in funzione delle nostre esigenze di sviluppo nella Penisola».