«Adesso siamo due volte italiani»

Roma. «Questo è il più grande momento della nostra vita. Per noi è come essere due volte italiani», parole di Gerhard Plankensteiner e Oswald Haselrieder, bronzo nello slittino a Torino 2006. Alle cronache i due altoatesini «italiani di lingua tedesca» c'erano finiti soprattutto per la storia dell'Inno di Mameli, il famoso «Mameli chi? Non conosco questa canzone...». Ora Ciampi li ha premiati facendoli addirittura Cavalieri della Repubblica italiana.
Quando scende dal pullman davanti al Quirinale i tifosi lo fermano, gli chiedono foto e autografi, gli fanno i complimenti. Ma è al termine della cerimonia con Ciampi che Enrico Fabris scioglie tutta la sua gioia di neo fenomeno dello sport italiano: «Finalmente ho capito cosa ho fatto a Torino... Solo oggi ho veramente realizzato l'impresa con il riconoscimento di Ciampi».