Adriano capocannoniere dei gol sbagliati

INTER
JULIO CESAR 6. Non gli tirano mai.
J.ZANETTI 6,5. Bada soprattutto a farsi trovare nel posto giusto al momento giusto. Utilità garantita.
CORDOBA 7. Invalicabile nei colpi di testa. Lotta con grinta e feroce concentrazione.
SAMUEL 6,5. Sembra l’uomo ombra della difesa. Lo vedi poco ma lo trovi sempre quando c’è aria di pericolo.
BURDISSO 6. Migliora di partita in partita: grande tecnica e senso della posizione. Piccole indecisioni e imprecisioni.
FIGO 8. Tutti in piedi, il campione fa spettacolo. Pennella cross che valgono lezioni di calcio. Lotta dovunque come un ragazzino, prende il palo che vale il gol. E quando si trova in una selva di gambe, ne esce con uno slalom da pallone d’oro.
VERON 8. Strepitoso marine dai piedi d’artista. Pressing, lanci chilometrici e millimetrici, rifiniture, presenza costante nell’assistere i compagni: si concede tutto il repertorio. Sprecando quasi niente.
STANKOVIC 7. Prepotente e strapotente nel fisico e nel gioco. Guizza e si infila dappertutto. Cerca il gol e non lo trova.
KILY 7. Bada più al sodo che allo spettacolo. Si mangia una conclusione da rete. Operaio di lusso. Dal 30’ st CAMBIASSO 6,5. Entra, segna un gol regolare, accende il motore e sembra in campo da sempre.
ADRIANO 5. Indiscusso capocannoniere dei gol mancati. Ne sbaglia troppi, qualche errore gli segna la reputazione. Gioca molto per la squadra, ma non basta. Spara una punizione ciclonica sulla traversa che non gli salva la partita.
CRUZ 7. Pronto e astuto goleador. Più comprimario che primattore. Ottavo gol, anche questo pesante.
All. MANCINI 7,5. Gran gioco, peccato gli errori sotto rete.
CHIEVO
FONTANA 6,5. Con fortuna e con bravura tiene a bada l’Inter.
MALAGÒ 6. Almeno corre tanto. Dal 28’ st TIRIBOCCHI 5. Poteva stare in panchina.
MANDELLI 5. Gli attacacnti dell’Inter dovevano parergli uno sciame di api. Si è preso tutte le punture possibili.
D’ANNA 5,5. Quando non ci prende, picchia. Spesso.
LANNA 5. Triturato da Figo e Zanetti.
MORO 5. È finito nelle sabbie mobili senza mai uscirne.
SAMMARCO 5,5. Devastato dai rivali, almeno non molla nel confronto fisico.
GIUNTI 5. Pronto per la pensione. Dal 18’ st ZANCHETTA 5. Non pervenuto.
FRANCESCHINI 5. Carta velina. Dal 35’ st GEMINI sv.
AMAURI 5. Tanto fumo.
PELLISSIER 5. Sperduto nella selva nerazzurra.
All. PILLON 5. Squadra annientata.
Arbitro RACALBUTO 5. Il guardalinee sbaglia, lui s’adegua. E non vede un rigore per l’Inter.