Adriano ci ricasca: 12 ore di festa a Rio de Janeiro

L'attaccante dell'Inter avrebbe ospitato nella sua villa brasiliana un mega party privato iniziato alle 5 del pomeriggio e durato fino all'alba. Dopo, insieme ai suoi compagni, è andato ad allenarsi con la nazionale verdeoro 

Rio de Janeiro - Qualcuno dirà: eccolo, ci è ricascato ancora. Adriano ancora una volta ha smesso di comportarsi da atleta professionista preferendo passare le nottate a divertirsi. Vero o falso? Una cosa sola è certa: ad Adriano piace ballare, bere e stare con gli amici. Nulla di particolarmente grave se non ci fosse questo piccolo particolare: gli allenamenti. Sudare, correre e studiare schemi dopo una notte passata in bianco non è per nulla facile. Questo lo sanno bene all'Inter. Lo sapeva bene mister Mancini e lo sa bene, ormai da mesi, anche Mourinho. Ma Adriano sembra infischiarsene: ancora una volta è finito sulle prime pagine dei giornali non per un gol segnato, ma per aver organizzato una festa privata. Secondo quanto riportato dal sito internet del quotidiano spagnolo "Sport", il giocatore nerazzurro avrebbe infatti ospitato nella propria casa di Barra de Tijuca, a Rio de Janeiro, una mega-festa privata alla quale avrebbero preso parte altri componenti della rappresentativa verdeoro.

Dodici ore di festa Il giornale, citando il diario brasiliano "Extra", spiega che il party sarebbe inziato alle 5 del pomeriggio per concludersi 12 ore dopo, all’alba e ad appena 6 ore dall’allenamento della Nazionale agli ordini del ct Dunga. Non solo, alla festa avrebbe preso parte anche la modella Fabiana Andrade che avrebbe poi dichiarato di essere stata a letto "con un giocatore sposato".

Le ultime polemiche L’ultima puntata dell'infinita "telenovela" di Adriano risale a qualche giorno fa, quando il brasiliano si sarebbe presentato all’allenamento dell'Inter in condizioni di forma non proprio buone. E Mourinho, ancora una volta, sarebbe andato su tutte le furie, deluso anche per il viaggio che il brasiliano avrebbe fatto a Porto Cervo con il connazionale Mancini, subito dopo la partita casalinga contro la Fiorentina. C'è da dire, però, che così come gli altri giocatori dell'Inter Adriano aveva avuto dall'allenatore due giorni di riposo. Tempo che il giocatore ha deciso di impiegare andandosi a divertire piuttosto che per riposare.