«Adriano è distratto dalla nazionale»

Federico Casabella

da Genova

Grinta, orgoglio ma ancora poco gioco e qualche errore da evitare: questa l’Inter di Genova. Eppure è deluso il patron Massimo Moratti: «Adriano è mediaticamente osservato con particolare attenzione. I suoi ritardi? Ormai fa notizia anche se alza una forchetta. In ogni caso è un bravo ragazzo, magari solo un po’ distratto, calcisticamente parlando, dalla nazionale brasiliana. Ma ha comunque molta voglia di far bene con noi». Il risultato non soddisfa il vice Mancini, Fernando Orsi: «Ho visto un’Inter determinata ed aggressiva. Nel primo tempo la gara è stata equilibrata, ma nella ripresa abbiamo dimostrato superiorità nel gioco e nelle occasioni: se avessimo vinto non avremmo rubato niente. È stata una partita giocata da due squadre che hanno dimostrato grande carattere. Il secondo gol era evitabile e qualcosa si può ancora migliorare, ma si sono scontrate due squadre che giocano a viso aperto lasciando molti spazi ed è inevitabile che si subisca qualcosa». Ma a chi lamenta una prova non estremamente soddisfacente di questa squadra, Orsi ribatte deciso: «L'Inter ha giocato una buona partita, ma abbiamo avuto di fronte una bella Sampdoria che in attacco ha manovrato molto bene. Abbiamo fatto un'ottima partita sotto il profilo tattico».
E Adriano appare ancora fuori forma. «Gioca per la squadra, se non segna non è un problema», taglia corto Orsi, mentre Facchetti si sofferma sulla condizione del brasiliano: «Non è al top della forma - spiega il presidente -. Bisogna capire in che percentuale il suo sia un problema fisico o mentale». E si dice fiducioso sul futuro della squadra: «In questo momento non dobbiamo guardare la classifica, ma impegnarci per raggiungere il nostro livello ottimale». Sulla stessa lunghezza d'onda anche Ivan Cordoba: «È stata una bella prova d'orgoglio dopo le critiche di questi giorni. Se avessimo segnato il 3-2, non avremmo rubato nulla».