Adriano: più segna più si vendono bustine di crack

La scoperta durante una irruzione della polizia in un quartiere periferico di Rio con il conseguente arresto di un trafficante. Nella sua abitazione sono state sequestrate 1.350 pietre di crack, già sigillate in buste con l'adesivo di Adriano che sorride.

In Brasile sono convinti che sia tornato l'imperatore. Adriano è di nuovo fra noi, titolano i quotidiani sportivi brasiliani, lui invece resta sempre a metà del guado. Comunque come nello scorso turno di campionato contro il Botafogo, l'ex interista è stato ancora una volta protagonista del successo del Flamengo, questa volta contro il Santos, sconfitto proprio grazie a una sua rete decisiva davanti a 80mila spettatori. Un gol splendido e di testa, una delle sue lacune. Adriano ha segnato il gol dell'1-0 al 7' del primo tempo, mentre nelle favela di Rio andavano a ruba le bustine con la sua immagine. Ma non quelle di figurine, bensì quelle di crack. Una vera promozione per aumentare le vendite, Adriano è attualmente il capocannoniere del campionato e gioca nel Flamengo, la più popolare squadra di tutto il Brasile. La scoperta durante una irruzione della polizia in un quartiere periferico di Rio con il conseguente arresto di un trafficante. Nella sua abitazione sono state sequestrate 1.350 pietre di crack, già sigillate in buste con l'adesivo di Adriano che sorride. Ma la bizzarria non è neppure questa visto che Adriano è ritratto mentre indossa ancora la maglia dell'Inter.