Adriano si congela lo stipendio e l’Inter non gli manda gli 007

da Rio de Janeiro

Gilmar Rinaldi, procuratore di Adriano, ha rivelato che l’Imperatore avrebbe deciso di congelarsi lo stipendio fino al primo di gennaio: «Adriano - ha detto Rinaldi - ha chiesto ai dirigenti dell’Inter di congelare il suo ingaggio fino a dicembre. Il club in cambio del suo gesto non invierà alcun medico per accompagnarlo o per assicurarsi che mantenga le promesse fatte prima di partire per Rio de Janeiro». Adriano, che attualmente è a Rio, domani dovrebbe spostarsi a San Paolo in un centro fisioterapico fra i più all’avanguardia del mondo, dove sarà sottoposto a controlli fisoterapici, psicoterapici e nutrizionali. L’Imperatore non può rilasciare interviste in quanto ha fatto sapere che l’Inter glielo ha proibito, ma sembra che abbia chiesto al club milanese di poter rimanere in Brasile, dove proprio il San Paolo lo accoglierebbe a braccia aperte. Anche il Santos si è fatto avanti per avere in prestito Adriano da gennaio a giugno 2008, ma vorrebbe anche che lo stipendio ad Adriano lo pagasse interamente l’Inter.
Adriano, secondo quanto rivelato ancora da Rinaldi, tornerà in Italia il primo gennaio, quando l’Inter riprenderà gli allenamenti. Domani comunque a Rio de Janeiro, Adriano terrà una conferenza stampa dove spiegherà il suo momento e la depressione di cui è rimasto vittima dopo la morte del padre.