«Aem-Asm ci rafforza»

da Milano

La prevista fusione tra Aem e Asm «non credo che cambi il nostro azionariato, lo rafforza», ha dichiarato l’amministratore delegato di Edison, Umberto Quadrino, durante un convegno sull’energia in Europa. «Al posto di una società solida come Aem avremo una società ancora più solida derivante dalla fusione tra Brescia e Milano», ha aggiunto. Intanto, Edison si prepara a fare la sua parte nelle discussioni, che inizieranno a breve, fra Gazprom e i possibili partner italiani per vendere direttamente nel Paese il gas proveniente dalla Russia, frutto dell’accordo con Eni: tra la società di Foro Bonaparte e il gigante russo esiste già la joint venture Volta, che potrebbe fare da veicolo per lo sbarco di Gazprom in Italia. «Gazprom ha nominato Banca Intesa come suo consulente per la scelta del partner italiano. Per una decisione c’è ancora tempo perché il gas russo sarà disponibile fra qualche mese. Le discussioni stanno per incominciare, vedremo», ha preso tempo Quadrino. Infine, in merito alla possibilità di ingresso del finanziere Romain Zaleski nel cda della società, l’ad ha detto: «Uno che ha il 10% non credo che rimanga solo a guardare. Prima o poi arriva», ma «la cooptazione non è prevista nel prossimo cda del 5 aprile».