Aem-Asm, piano in ottobre

da Milano

Il piano industriale del nuovo gruppo energetico nato dalla fusione tra la municipalizzata di Milano Aem e quella bresciana Asm, che sarà operativa da gennaio, dovrebbe essere pronto entro il mese di ottobre anche se non mancano difficoltà. È quanto ha affermato il presidente e amministratore delegato di Aem, Giuliano Zuccoli, conversando con i giornalisti durante il Meeting di Comunione e Liberazione in corso a Rimini.
«Dopo le vacanze - ha detto - inizieremo a lavorarci: c’eravamo dati la scadenza di fine ottobre. Ci sono difficoltà ma speriamo di poter rispettare questa scadenza, è questo l’obiettivo che ci siamo dati».
Riguardo ad un possibile ampliamento del perimetro industriale, anche con nuove acquisizioni e aggregazioni con altre utility - le indiscrezioni puntano in particolare su Iride - Zuccoli ha fatto presente che ora è concentrato sul nuovo soggetto nato dalla fusione. «Personalmente, in questo momento - ha affermato il numero uno di Aem - sono concentrato sul lubrificare la nuova macchina e queste riflessioni le lascio agli azionisti».
Con Gazprom, invece, «continuano i colloqui» per una joint venture nel gas. «Il nostro obiettivo è di riuscire a fare l’accordo entro l’anno - ha concluso Zuccoli -. Per noi sarebbe molto importante».