Aerei, un 2005 record per Boeing e Airbus

da Milano

Che il mondo del trasporto aereo sia in netta ripresa è reso evidente non solo dai numeri delle compagnie, che hanno recuperato i livelli precedenti all’11 settembre, ma anche dall’andamento dell’industria aeronautica civile. I due colossi che si contendono il mercato - l’americana Boeing e l’europea Airbus - chiudono entrambi il 2005 con un risultato record: mai così elevato, né per l’uno né per l’altro, il numero di ordini ricevuti. Boeing ha totalizzato 884 ordini complessivi, superando il precedente primato che datava 1988 (877); Airbus chiude l’anno a quota 697 ordini, superiore al 1998, quando raggiunse i 556 aerei ordinati, numero mai più superato negli anni successivi. Sulle varie fasce di modelli, soprattutto intercontinentali, è netta la prevalenza di Boeing, mentre Airbus si è affermata con decisione nel medio raggio: l’A320 ha battuto il B737 per 549 a 497. Il modello statunitense (che in Europa è il preferito, per esempio, dalla compagnia low cost irlandese Ryanair) si consola con un altro traguardo raggiunto: è il primo aereo commerciale della storia a superare la soglia dei 6mila esemplari ordinati (6025 a tutto il 2005).
Il «vecchio» Jumbo, il Boeing 747, l’aereo che ha rivoluzionato, più di trent’anni fa, la storia dell’aviazione, sta vivendo una nuova giovinezza: nell’anno che sta per concludersi ne sono stati ordinati 43 esemplari, contro i 10 di A380, che sarà - al momento del suo ingresso sul mercato - l’aereo più grande del mondo (due piani, una capacità tra i 550 e gli 800 posti), sostituendo in questa posizione proprio il 747. L’A380, va osservato, deve ancora decollare e sono molte le compagnie (un esempio per tutti: Cathay Pacific) che per propria regola non acquistano un aereo che non sia stato adeguatamente «rodato». La lunga storia del Jumbo avvantaggia dunque quest’ultimo.
Competizione alla pari invece tra B787 e A350: entrambi gli intercontinentali «medi» non sono ancora sul mercato. Vince ancora Boeing, 198 contro 59. Vince anche il B777 contro l’analogo A330-A340: 131 ordini contro 72. Il 777 è un bimotore come il 330, mentre il 340 è un quadrimotore. Più modesti i numeri di un altro intercontinentale, il B767, in flotta nelle principali compagnie: 15 gli ordini nel 2005, peraltro superiori alle consegne, che sono state nove. Questo modello è quello che più ha risentito dalla concorrenza del nuovo 787. Nel 2005 la Boeing ha peraltro cancellato 14 ordini per il 717, uscito di produzione quest’anno.