Gli aerei per Sharm partono tutti vuoti

Per Sharm non si parte, anzi si parte ma con gli aerei vuoti. E a Malpensa è il caos.
Nell’hub varesino una giornata impazzita come la notte sul Mar Rosso, carrelli e valigie che facevano su e giù dal corridoio partenze del Terminal 2, occhi spiritati, sguardi persi: come si fa ad andare a prendere il sole fra i morti?
Ansia e paura sui volti dei parenti di chi era in vacanza in Egitto e adesso è qui a Malpensa in attesa che un figlio, un nipote, un padre o una madre tornino: «Saremo tranquilli solo quando vedremo nostro figlio uscire da lì» dice all’unisono una coppia.
Chi aspetta si mischia a chi doveva partire. Molti turisti non sanno che cosa fare, un aereo parte per Sharm ma, mentre sorvola Ancona, il comandante decide di tornare indietro: la Farnesina sconsiglia di andare in Egitto. E alla fine, in tanti, accettano le mete alternative proposte dai tour operator: «La stagione lì è finita», dice uno degli scampati, ma alberghi e voli per i prossimi giorni sono tutti esauriti