Aereo cade in mezzo alle case Due morti, ferito un bambino

Sono morte carbonizzate le due vittime dello schianto di un aereo da turismo caduto ieri nel Comasco, a Civenna. Si tratta di Bruno Sambo e Roberto Ferrari: il primo, 36 anni, lavorava come controllore del Crav ed era istruttore di volo. Il secondo, commercialista di Cinisello Balsamo (Milano) era sposato con la figlia dell’ex sindaco di Civenna. Nell'incidente è rimasto leggermente ustionato anche un bambino che si trovava nel giardino di una casa di villeggiatura a 10-15 metri dal punto d'impatto del velivolo. Il piccolo ha quattro anni e stava giocando su un'altalena nel giardino di casa quando l'aereo da turismo è precipitato a una decina di metri da lui. Il bambino ha riportato leggere ustioni ed è stato portato in ospedale a Erba. L’aereo è precipitato nella stessa zona del Triangolo Lariano in cui, il 26 aprile scorso, cadde un elicottero dell’Aeronautica, con cinque morti. «Quando abbiamo sentito il botto siamo usciti e abbiamo visto le fiamme»: Gino, parrucchiere a Civenna, racconta così quel che è accaduto poco dopo le 18, quando l'aereo è caduto. Ancora incerte le cause dell’incidente.