Un aereo pieno di microspie per smascherare gli indagati

Intercettate le telefonate di Fede con i politici Spunta anche Ricucci

nostri inviati a Potenza

Un volo Alitalia carico di microspie. Pur di captare la voce di due scaltri indagati dell'inchiesta di Potenza, il pm Henry John Woodcock non ha esitato a imbottire di «cimici» le poltroncine di un aereo di linea della tratta Milano-Roma. Il risultato è agli atti del procedimento penale denominato «Vallettopoli», ed è rigorosamente top secret. Nulla trapela sul contenuto di un colloquio definito «importante» dagli inquirenti, almeno quanto quello di un'altra conversazione intercettata il primo dicembre dell'anno scorso quando un microfono minuscolo piazzato nella presa della luce della sala d'aspetto della questura di Milano ha catturato le parole di altri due indagati, convocati strategicamente alla stessa ora e lasciati soli di proposito prima di essere interrogati separatamente.
Intanto fa scalpore l'indiscrezione sui contenuti dell'intercettazione durata un mese del telefonino di Emilio Fede, peraltro mai indagato dal pm Woodcock. In due distinti decreti (il primo del 16 novembre 2006, la proroga è del 30 novembre successivo) l'apparecchio del direttore del Tg4 è stato tenuto costantemente sotto controllo.
Impresse sulle bobine della polizia di Stato le voci di tantissimi politici, personaggi dello spettacolo, giornalisti. Le trascrizioni delle telefonate, per quel che se ne sa, sono finite sotto chiave.
Scavando tra le carte processuali ci si accorge che i Pm hanno allargato l'inchiesta che ha messo sottosopra il mondo dello spettacolo, dello sport, dell'imprenditoria, della politica. Oltre ai nomi noti, indagati o parti lese che siano, molti altri personaggi sono stati costretti a sfilare davanti al pm Henry John Woodcok. Tra questi Milton Morales, 33 anni, cubano, ballerino, reduce dal reality La Fattoria, Vincenzo Montella, l'«aeroplanino» della Roma emigrato all'estero, la modella brasiliana Magda Gomez famosa per la sua partecipazione alla trasmissione Markette di Chiambretti, amica di Lapo Elkann. E ancora. Dopo aver sentito Francesco Totti il sostituto procuratore della Repubblica ha ascoltato anche il fedelissimo Vito Scala, amico di sempre e preparatore atletico del campione romanista.
Il nome che più risalta è però quello dell'immobiliarista romano Stefano Ricucci e di sua moglie, l'attrice Anna Falchi. Tra gli sportivi spicca l'ex interista Christian Vieri e la sua ex fidanzata, Elisabetta Canalis. Negli uffici della Procura di Potenza sono sfilati per fornire «sommarie informazioni» anche il cantante Gigi D'Alessio, l'ex soubrette Raffaella Zardo, il principe del gossip on line, Roberto D'Agostino (direttore del sito Dagospia), l'attrice Emanuela Arcuri, l'ex marito di Simona Ventura, il calciatore Stefano Bettarini nonché Emanuela Ferrari e Angelica Russo, nota per le sue apparizioni alla Domenica Sportiva.
Intanto ieri, in tarda serata, sono stati concessi i domiciliari a uno degli arrestati nei giorni scorsi: Marcello Silvestri, accusato di riciclaggio. Lo ha deciso il gip Iannuzzi dopo il secondo interrogatorio nel giro di due giorni.