Aereo precipitato, trovati rottami in mare

Proseguono le ricerche del bimotore tre scomparso con 8 italiani a bordo. Il generale Rivero: individuati rottami 20 miglia a nord dell'aeroporto di Caracas, ma non si sa se sono del Let-410

Caracas - Proseguono le ricerche del bimotore precipitato il mare con otto turisti italiani a bordo. Il generale Antonio Rivero, direttore della Protezione civile venezuelana e comandante delle operazioni di ricerca del Let-410 scomparso il 4 gennaio vicino all'arcipelago di Los Roques, ha reso noto che sono in corso le operazioni per recuperare alcuni rottami e vari oggetti trovati in mare che potrebbero appartenere all'aereo a bordo del quale si trovavano 14 persone. Parlando a una televisione privata venezuelana, Rivero ha sottolineato che ancora non si sa nulla della origine dei reperti. Questi sono stati avvistati circa 20 miglia a nord dell'aeroporto di Maiquetia. Il generale non ha voluto precisare di quali oggetti si tratti.