Per gli aeroporti capitolini il 2006 si chiude in attivo

Il 2006 è agli sgoccioli e gli aeroporti romani tirano le somme: le previsioni di fine anno al «Leonardo da Vinci» di Fiumicino parlano di 30 milioni 200mila passeggeri, il 5,2 per cento in più rispetto al 2005; poco meno di 5 milioni quelli a Ciampino, che conferma l’andamento degli ultimi anni. Questi numeri, sottolinea la società di gestione Aeroporti di Roma, «collocano il sistema aeroportuale della Capitale, con oltre 35 milioni di passeggeri e un +6,7 per cento, al sesto posto tra gli scali europei per volumi di traffico e dinamismo di attività aeronautiche e commerciali». Tra il 20 dicembre e l’8 gennaio al «Leonardo da Vinci» si conteranno circa 600 voli charter, con un picco di traffico nei giorni 29 dicembre, 2 e 8 gennaio, quando sono previsti circa mille voli, come già accaduto il 22 dicembre. In media a Fiumicino è previsto un flusso giornaliero di 95mila passeggeri e 850 movimenti aerei, con una stima complessiva nelle due settimane di Natale e Capodanno pari a 1.450.000 passeggeri e 13mila fra atterraggi e decolli. Fra le mete preferite in Europa, oltre a Parigi, Londra, Barcellona e Madrid, anche Atene, Oviedo, Praga e Budapest. Tra quelle più esotiche Egitto, Tunisia, Kenya, Tanzania, Israele, Maldive e Mauritius.