Aeroporti in decollo

Un ritorno di interesse per i mercati azionari non ha lasciato indenne Piazza Affari, che ieri ha ripreso a correre, con gli indici principali in crescita di oltre l’1% e con scambi che si mantengono superiori a 4 miliardi. Il comparto bancario continua a essere protagonista e non si placa l’interesse per le popolari, con Bpm in ulteriore crescita del 2,2%, è ritornata la domanda su Fideuram (più 2,9%) al ritorno di voci su un possibile «delisting»; ma cresce anche la controllante SanPaolo (più 1,4%). Non arresta la corsa Carifirenze (più 4,5%), sempre rastrellata Mediobanca (più 1,1%), e di nuovo in scena Unicredit (più 2,2%) dopo che il governo polacco si è dichiarato disposto a rivedere la sua posizione per il caso Bph. Negli assicurativi riprende quota Unipol (più 2%), ma cresce l’interesse per le blue chip Generali e Ras. Ancora in tensione i titoli degli aeroporti, con quello di Firenze in rialzo di un altro 5,4%. Le notizie aziendali premiano Recordati (più 3,5%), consentono a Fiat di migliorare di un altro 1%, mentre è realizzata Astaldi (meno 1,3%). Una possibile quotazione di Energia ha rimesso in moto il gruppo Cir, con la holding in crescita di quasi il 3 per cento.