Aeroporti in forte rialzo

Nuovi spunti operativi hanno consentito, a Piazza Affari, di mantenere il ritmo sostenuto impresso dalle altre Borse europee. Con il risultato di una crescita degli indici ufficiali intorno all’1,5%, mentre è in calo il volume degli scambi, indicato ieri in poco più di 3,3 miliardi di controvalore. A risvegliare l’interesse del mercato il balzo delle società aeroportuali, con Aeroporti di Firenze in crescita di quasi il 4% dopo che è scattata l’Opa da parte di Adr; di riflesso Gemina è cresciuta del 2,7%. Improvviso boom di Alitalia, in rialzo di oltre il 7%, alla notizia della dismissione di terreni presso Fiumicino. In campo assicurativo l’interesse si è spostato su Ras (più 2,6%) e Fonsai (più 2,8%) mentre resta in tensione Unipol. Banche nel mirino della speculazione, che insiste ancora su Fideuram (più 4,3%), ma che coinvolge anche la capogruppo S.Paolo-Imi, in rialzo dell’1,8%. Ritorna l’interesse per i titoli dei grandi lavori, con Vianini Lavori in salita del 3,7% e Buzzi del 2,5%. Poco mossi i titoli dell’energia, e di nuovo al centro di interesse Cicolella, che spunta un altro 7 per cento. Fase ancora instabile per i titoli del calcio, con nuovi cali per Roma (meno 12,1%) e Juventus (meno 5 per cento).