Aeroporti di Roma punta su Ciampino

«Aeroporti di Roma ha rispettato gli impegni assunti all’atto della privatizzazione con investimenti realizzati per 284,3 milioni di euro nel periodo 2000 - 2004, con 14, 7 milioni di euro in più rispetto al piano di impresa elaborato prima della privatizzazione». Lo ha detto l’amministratore delegato di Aeroporti di Roma, Francesco di Giovanni. «Ciò si è realizzato - ha detto - nonostante, in tale arco di tempo, le attese di traffico siano state disattese a causa degli eventi delle Torri Gemelle, della Sars, ecc». Ora Adr punta anche su Ciampino, il secondo scalo della capitale. Nel 2005 il traffico a Ciampino dovrebbe infatti aumentare di circa il 60%. «L’incremento - ha spiegato di Giovanni - è dovuto al forte sviluppo delle compagnie low cost. La scelta di dirottare su questo scalo il traffico di queste compagnie è stata strategica».