Afa record: ieri 1.100 chiamate di aiuto al 118

Ancora qualche giorno di pazienza: i meteorologi promettono che l’ondata di caldo è in via di attenuazione. Ma intanto ieri il 118 ha registrato un record di segnalazioni. In meno di 24 ore ne sono arrivate quasi millecento. Tutte per malori causati dalle alte temperature che hanno colpito soprattutto la popolazione anziana. La temperatura più alta registrata è stata di 38 gradi. Il tasso di umidità del 40 per cento, però, ha fatto percepire circa due gradi in più. Domani i valori dovrebbero scendere a 32 gradi, quindi entro la media stagionale. Il tempo si guasterà mercoledì, a causa di una perturbazione che potrebbe portare nuvole e pioggia. Risolta l’emergenza caldo, a destare preoccupazione è il livello delle polveri sottili nell’aria. Ieri l’Arpa ha registrato 59 microgrammi per centimetro cubo (a fronte di un valore limite di 50). Sei giorni prima, i microgrammi di pm10 erano solo 15. E per sfuggire all’afa, i turisti si rifugiano nei musei. Presi d’assalto Cenacolo, Castello Sforzesco e museo della Scala.