Affari tuoi vola con la suspense delle tante finali da 500mila euro

I pacchi sabato hanno battuto «Striscia la notizia» e domenica «Cultura moderna»

Laura Rio

da Milano

C’è chi li dava già pronti per il macero. E invece, vivi e vegeti, i pacchi non solo hanno retto l’onda d’urto di Greggio, Hunziker e soci, ma si sono piano piano avvicinati agli avversari e negli ultimi due giorni li hanno superati. Certo, Striscia è ancora ampiamente avanti ad Affari tuoi (di 2 punti percentuali) e il giochino di Raiuno è lontano dai fasti dell’era Bonolis, ma quello che è accaduto nelle ultime ore non è da sottovalutare. Sabato Affari tuoi ha battuto di un soffio Striscia (23,52% di share contro il 23,38) che però, come sempre di sabato, era un assemblaggio dei servizi già visti in settimana e quindi meno appetibile per il pubblico. Invece, domenica, ha sconfitto nettamente le cabine di Cultura moderna, l’altro programma di access prime time realizzato da Antonio Ricci: il 26,05% di share con 6 milioni 988mila spettatori per Raiuno contro il 21.33% di share con 5 milioni 730mila spettatori per Canale 5. Una crescita che ha portato viale Mazzini alla decisione di rimandare il quiz in versione lunga, di due ore, in prima serata: si comincia venerdì 10 per quattro puntate. Al posto del Treno dei desideri, che, invece, viene spostato al giovedì. In modo da ottenere il doppio effetto: aiutare il programma della Clerici e insidiare l’accoppiata Striscia-Paperissima con i pacchi lunghi.
Certo, a ridare vita ad Affari tuoi è stato in buona dose Flavio Insinna, una delle sorprese della stagione. La sua versatilità gli ha permesso di calarsi bene nello spirito del gioco. E, dopo le prime settimane di rodaggio, l’attore con il suo modo di fare misurato, ha dato al format una maggiore forza rispetto allo scorso anno. In aggiunta, negli ultimi giorni, a dare una mano al giochino, ci ha messo lo zampino anche la fortuna. Da metà ottobre (e subito gli avversari di Striscia lo hanno fatto notare), quasi tutte le sere, il pacco contenente la vincita di 500mila euro arriva in finale, anche se poi il concorrente non vince la somma più alta. Così è successo l’altro ieri, ma anche il 17, 20, 21, 23 e 27 ottobre, ben sei puntate su otto. Questo, ovviamente, porta una maggiore suspense al gioco: il pubblico si riversa a vedere se il fortunato concorrente si porta a casa il bel gruzzolo. Casualità? «Il nostro è un gioco onesto - assicura Pasquale Romano, autore del programma della società di produzione Endemol - lo dimostriamo da quattro anni: l’incidenza dei 500mila euro in finale è semplicemente un calcolo probabilistico. Se negli ultimi giorni ce ne sono stati di più, nelle settimane precedenti molti di meno. È impossibile cambiare la sequenza di messa in onda delle puntate, così come lo svolgimento del gioco è certificato da un notaio. E poi le serate con i 500mila euro in finale non sono quelle in cui abbiamo fatto più ascolti».