Affiora un cadavere nel canale Rio Martino

Carnagione chiara, abiti leggeri, un’età apparente compresa tra i 60 e i 65 anni. Si presenta così il cadavere dell’uomo trovato ieri mattina all’interno del canale Rio Martino nel territorio di Borgo Grappa, al confine tra Sabaudia e Latina. I sanitari del 118 hanno constatato il decesso che sarebbe avvenuto orientativamente tra i cinque e i sette giorni fa. Non ci sarebbero segni di violenza sul corpo. Il cadavere è stato trovato da un giovane, sceso sull’argine per raccogliere asparagi e che ha avvisato immediatamente il 113. Il personale della Squadra mobile, diretto dal vicequestore Fabio Ciccimarra, ha effettuato i rilievi del caso. Si stanno valutando le denunce di persone scomparse. Il cadavere è stato rimosso dai vigili del fuoco del soccorso alpino e fluviale considerato che il corpo si trovava in una posizione difficile per il recupero, in fondo a un dislivello di una decina di metri. Una delle ipotesi è che la vittima si trovasse lungo il canale per raccogliere asparagi o erbe selvatiche. Gli investigatori della Squadra mobile, comunque, al momento stanno lavorando sulle denunce di scomparsa degli ultimi giorni.